E se domani fosse tardi?- riprendiamoci il nostro tempo

Spesso troppo spesso, capita di leggere o di ascoltare testimonianze di chi combatte contro il cancro, o di chi ha vissuto delle tragedie tali, da aver poi  resettato tutta la propria vita, e, riposizionando  i pezzi giusti al posto giusto, si è accorto che il concetto di vita che aveva prima era sbagliato o ingannevole.

La vita dovrebbe essere vista da chiunque attraverso gli occhi di queste persone che conoscono il vero dolore, lo combattono, lo attraversano, lo trasformano in una fonte inesauribile di energia positiva.

Li si apprezza e ammira perchè hanno conosciuto la vera essenza della vita, quella che a noi tutti è data alla nascita ma che man mano che cresciamo perdiamo fino a non riconoscerla più..

Eppure la vita non ha mai smesso di vivere…gli alberi ci sono stati dal primo giorno della nostra vita, e su di loro gli uccelli hanno cinguettato e non hanno mai smesso;
Il mare ha accarezzato i nostri piedi con le sue onde ogni volta che ci siamo bagnati, il profumo dei fiori è sempre stato intenso; I tramonti e le albe non smetteranno mai di susseguirsi, ma noi spesso troppo spesso non ce ne accorgiamo…

Ma perchè?

Perchè dobbiamo perdere di vista tutto nella folle corsa della vita?
e soprattutto perchè dobbiamo correre in questa vita?

E’ proprio vero che per essere felici, o giusti in questo mondo bisogna avere, ottenere e mostrarsi?
Non sarebbe meglio fermarci ogni tanto ad assaporare ciò che abbiamo capendone davvero il valore?
essere qui e ora!

Non è certamente retorica, quando si dice ai bambini… mangia perchè non sai quanto questo cibo lo vorrebbero mangiare i bambini del terzo mondo… oppure ti lamenti della scuola e non sai quanto loro vorrebbero avere una scuola dove andare, ecc..

Di esempi ce ne sarebbero tanti innumerevoli perchè nel vivere quotidiano siamo abituati a vedere in termini di paragone con l”altro.

Il malcontento  aumenta col passare degli anni. Saranno  i messaggi che ci arrivano dai media, saranno gli stereotipi di quello che in questa epoca sembra giusto, ma resta il fatto che siamo eternamente insoddisfatti.
E’ la capacità, che hanno, le persone che stanno vivendo un dramma, di sorridere a noi manca.

Mi soffermo a pensare quanto ci stiamo perdendo, perchè la vita è bella anche se non ce ne accorgiamo. Ogni giorno può regalarci momenti di serenità.

Consapevolezza

Impariamo ad avere consapevolezza di ciò che abbiamo, e valutiamo se davvero è meno di ciò che ci serve.
E sì è proprio qui che sta la differenza. Non soffermiamoci su ciò che vogliamo, quello lascimolo stare, tanto si sa tutti desiderano cose, persone, tempo. Ma è quest’ultimo che fa da gancio a tutta la vita. Il tempo deve trasformarsi in qualità, e non quantità.

Chissà quante volte ti sarai chiesto/a “perché proprio a me?”

Sono molte le testimonianze di persone che , a seguito di una malattia, hanno visto crescere il loro livello di consapevolezza.
Tra tante ne ho estrapolato una, ovviamente metterò nomi di fantasia, città di fantasia, ma per tutto il resto c’è REALTA’!

 

“Mi piacerebbe che la mia esperienza possa essere d’aiuto a qualcuno – dice Anna -. Una persona che ha provato su di sé una malattia come il tumore cambia visione della vita, cambiano le priorità, gli affetti, le cose essenziali e le cose superflue, che praticamente diventano inversamente proporzionali.

Ancora non posso definirmi sana nel corpo, ma nell’anima, nello spirito e nella testa lo sono.

Anzi, in quelle parti di me non sono mai stata malata. E forse questo è il segreto”. La vita che si affloscia. Ma come lei stessa sostiene “è proprio quando pensi che sia tutto finito, è il momento in cui tutto ha inizio”. E adesso Anna vuole solo sorridere.

Dal suo diario..

“Oggi sono al primo giorno dei tre di terapia, ma anche se mi stanno somministrando la chemio io sono felice…
Felice di poter vivere…
Vivere una vita tutto sommato discreta,
Vivere sognando il futuro ma restando ancorata al qui e ora!
Nessuno di noi può sapere quanto tempo ci è stato concesso,
Ma di una cosa sono sicura…. Non ho intenzione di perdere un solo minuto, un solo secondo…
Voglio assaporare ogni istante della mia vita, dei miei affetti, delle cose dolci ed amare… Delle cose belle e brutte, delle gioie e dei dolori…
Perché la vita è questa… Un mix di felicità e tristezza… Le cose brutte e dolorose accadono e noi non possiamo far finta di niente o modificare la realtà, ma possiamo decidere come vivere le cose, come farci influenzare dalle cose che ci capitano….
Io ho deciso di vivere a pieno gioie e dolori, senza mai nascondermi…
Non posso e non voglio fare come gli struzzi… Che mettono la testa sotto la sabbia poi si “bruciano il sedere”…
Io voglio vivere, voglio amare, voglio sognare, voglio respirare l’aria fresca di montagna, voglio osservare ed ascoltare il mare, voglio gustare tutte le ricette del mondo, voglio toccare ed abbracciare i miei cari e chi ne ha bisogno….
Voglio vivere la mia vita a colori”.

Se stai vivendo un grosso cambiamento di vita e ti senti perso e confuso non esitare a contattarmi per un colloquio

Lascia un commento