Quando l’immaginazione supera la realtà

Vi è mai capitato di imbattervi in un bugiardo?

Avete notato quanto è facile per certe persone raccontare bugie, e stratificarle a tal punto da non rendersi nemmeno più conto di quel che dicono, e soprattutto di non ricordarsi talvolta nemmeno quanto e fino a che punto hanno inventato? Esse sono affette dalla  cosiddetta Sindrome di Pinocchio.  I “pinocchio” mentono a tutti, anche a se stessi, anzi soprattutto a se stessi ritenendosi migliori di quello che in realtà riescono ad essere.

Generalmente da parte dell’ascoltatore c’è una forma di fastidio, spesso disprezzo, delusione perchè ci si sente ingannati. E’ logico si è portati a pensare che il nostro interlocutore sia davvero una persona poco seria ed affidabile.

Purtroppo non sempre è così, dobbiamo infatti fare una distinzione tra il Bugiardo patologico, e il Bugiardo compulsivo.

C’è bugiardo e bugiardo

Il bugiardo patologico è colui che vive in un mondo di bugie, gratuite, che è perfettamente consapevole del danno che può arrecare agli altri, ma trova giusto farlo, e  non si fa assolutamente scrupolo, in quanto deve a tutti i costi perseguire il suo obiettivo, fosse anche nuocendo gli altri.

E’ generalmente una persona che è dotata di un certo carisma, e di un modo di fare comunque ahimè coinvolgente. Non a caso molti truffatori, traditori, hanno scie di seguaci, perchè appunto hanno la capacità di manipolare. Sono perfettamente in grado di circuire le proprie vittime, riescono a lungo a non farsi scoprire, e anche quando ciò avviene, non ammetteranno mai di aver mentito, semplicemente perchè credono che sia giusto così, perchè non accetterebbero mai di essere affetti da una vera e propria patologia.

Nei rapporti di coppia possiamo etichettarli come Narcisisti

Il narcisista è generalmente una persona che ha un vissuto di sentimenti aridi, che ha grandi vuoti emotivi, che ha provato grandi dolori, attorno a sè, ragion per cui ha necessità di creare un Falso Sè che gli permette di compensare attraverso la bugia tutte le carenze di cui soffre, sopravvalutandosi così da piacersi,  e di conseguenza di esigere grandi, assolute risposte affettive, e che ha bisogno di essere adulato costantemente.

Il bugiardo compulsivo, è invece colui che mente facendo in realtà danno solo a sè stesso, perchè rifugge da una realtà che non gli piace, che non accetta, e si costruisce un mondo irreale, costruendosi un personaggio, magari anche  preso in prestito da qualcuno che  guarda come esempio.

Essere qualcun altro

Crea storie, su questi personaggi, un ruolo, assume man mano la nuova identità senza più avere il controllo della realtà. Non può più fare a meno di mentire, è tale l’irrefrenabile voglia di vivere la vita parallela, che ad un certo punto non sa nemmeno più distinguere la verità dall’immaginazione, ma lo fa perchè così sta meglio, crede a volte addirittura di essere felice.

Infine poi ci sono le bugie, quelle buone, quelle dette per evitare che situazioni spiacevoli possano alterare l’equilibrio di alcune persone.  Possiamo certo perdonarle, ma resta il fatto che la bugia, bella o brutta che sia, fa male soprattutto a chi la dice piuttosto che a chi la ascolta.

Se ti risuonano le situazioni descritte in questo articolo, se vivi con una persona che ha un problema del genere sappi che può uscirne,  con l’aiuto di una psicoterapia.

CONTATTAMI

Lascia un commento